È iniziato a prendere un abbonamento pedaggio Tornare lì o eri
Sicurezza

Nel Traforo del Monte Bianco, la vostra sicurezza è garantita da team di specialisti dotati di attrezzature uniche al mondo. Oltre 250 addetti garantiscono la vostra sicurezza sugli 11,4 km del Traforo.

I team di sicurezza

  • I vigili del fuoco professionisti

Questi addetti, appositamente formati e regolarmente addestrati, sono dotati di attrezzature e di veicoli progettati per lottare contro gli incendi nel Traforo. Sono distribuiti tra 3 punti chiave del traforo: ai due ingressi e al centro.

  • I membri del team di sicurezza del traffico

In caso di incidente, intervengono per primi sul campo con i vigili del fuoco per garantire la sicurezza dei conducenti.

  • Gli operatori di sicurezza del traffico

Gli operatori, che si trovano presso il posto di controllo e di commando del Traforo, monitorano il traffico e gestiscono le attrezzature del traforo: ventilazione, chiamata dei soccorsi, pannelli elettronici di informazione per i conducenti…

  • I responsabili del casello e gli assistenti della sicurezza del traffico

Sono mobilitati per contribuire, in caso di evento, all’accoglienza dei soccorsi e all’evacuazione dei clienti. Gestiscono anche le aree di controllo dove si devono tassativamente recare i mezzi pesanti per effettuare controlli prima di entrare nel traforo.

  • Il servizio di polizia binazionale e delle dogane

Questi team controllano la corretta applicazione delle regole di circolazione e l’accesso al Traforo del Monte Bianco, completando così il dispositivo di sicurezza.

In caso di evento importante, le forze dei servizi pubblici di soccorso sono costituite dai vigili del fuoco francesi e italiani di Chamonix e Courmayeur. Grazie alle regolari esercitazioni di sicurezza, possiedono una perfetta conoscenza dell’opera. Il loro dovere: la corretta coordinazione dei team e l’efficacia ottimale degli interventi.

Lo sapevi? 
Ogni mattina, i vigili del fuoco del Traforo eseguono una manovra di “istinto” per testare la loro rapidità di intervento.

Le attrezzature di sicurezza

 

Attrezzature di ultima generazione a disposizione dei team

I team del Traforo si avvalgono di uno strumento di gestione informatizzata che raccoglie e analizza 35.000 dati per la sicurezza. Consente l’attuazione automatica e rapida dell’intervento adeguato in base all’incidente rilevato (illuminazione, ventilazione, attivazione dei soccorsi...). Gli operatori del posto di comando gestiscono questo sistema con schermi e una parete di immagini gigante.

3 860 sensori rilevano eventuali aumenti della temperatura: attraverso questi 3.860 sensori termici distribuiti sull’intera lunghezza del Traforo, il sistema di rilevamento comunica al posto di comando eventuali aumenti anomali della temperatura.

157 telecamere rilevano il minimo incidente: all’interno del traforo, queste telecamere di videosorveglianza sono collegate in modo permanente ad un sistema che analizza le immagini. Rilevano automaticamente e subito eventuali anomalie: oggetto sulla carreggiata, rallentamento, veicolo fermo… L’obiettivo: avvisare e attivare le opportune attrezzature di sicurezza.

37 ripari di sicurezza, situati ogni 300 m e ben segnalati, permettono di mettersi al sicuro in caso di incidente, in attesa di un’eventuale evacuazione da parte dei team specializzati. Questi ripari, pressurizzati e riforniti di aria fresca per impedire la penetrazione dei fumi, hanno due porte tagliafuoco (2 ore di resistenza al fuoco). Sono dotati di videotelefoni che si collegano direttamente ad un operatore e permettono di raggiungere una galleria di evacuazione che si trova sotto la carreggiata. Questo dispositivo è completato da 36 piazzole di sosta di emergenza e 116 nicchie di emergenza che consentono di parcheggiare e avvisare i team del Traforo se necessario. 

Per scoprire attraverso immagini i segreti del Traforo e delle sue attrezzature, clicca qui.

Leggi anche : La sicurezza del Traforo del Monte Bianco.