È iniziato a prendere un abbonamento pedaggio Tornare lì o eri
La nostra Rete

Nel 1973, al momento dell’ apertura del primo tratto dell’Autoroute Blanche (A40), 30 persone lavoravano per un traffico di 4.600 veicoli al giorno.

Oggi, i team di ATMB riuniscono quasi 400 persone, accolgono una media di 27.000 clienti al giorno e 45.000 veicoli sulla circonvallazione di Ginevra. La loro missione: garantire su questi due assi vitali per l’Alta Savoia un elevato livello di sicurezza e di servizio 24/24.

I team di ATMB sono suddivisi tra gli uffici amministrativi a Bonneville, tre centri di manutenzione (a Eloise, Bonneville e Le Fayet), tre caselli e un centro di assistenza clienti (a Nangy).

Oltre 120 persone garantiscono 24h/24 il monitoraggio, la sicurezza, l’assistenza dei conducenti, la gestione del traffico e la manutenzione dell’Autoroute Blanche (A40) e della Route Blanche (RN205). Le loro missioni consistono nel visualizzare e gestire il traffico grazie alle telecamere, informare e assistere i conducenti in caso di incidente, pattugliare, effettuare la manutenzione della carreggiata e delle attrezzature, rimuovere la neve ...

84 specialisti delle nuove tecnologie dell’ingegneria civile o della meccanica gestiscono le infrastrutture e le attrezzature di sicurezza.

Il servizio invernale: un know-how unico

L’Autoroute Blanche (A40) e la Route Blanche (RN205) sono soggette a condizioni climatiche particolarmente difficili. Ogni inverno, si registrano oltre 100 giorni di temperature sotto lo zero. Per sei mesi, da novembre ad aprile, 175 professionisti si mobilitano nei 130 km dell’A40 e della RN205 per garantire la sicurezza e il comfort di guida dei clienti.

Le operazioni di salatura preventiva e di rimozione della neve sono guidate dai responsabili dei tre centri di manutenzione. Due punti di appoggio sono distribuiti lungo la rete per una maggiore reattività: Les Houches, Le Fayet, Bonneville, Viry e Eloise.

A tal fine, i team hanno a loro disposizione41 camion dotati di spandisale e lame per essere pronti a rendere sicure le strade con l’arrivo delle temperature negative e delle prime nevicate. Questi camion combinano efficacia e rispetto dell’ambiente. Nel 2015, sette nuovi camion per la rimozione della neve, classe Euro 5, più efficiente dal punto di vista ambientale, sono quindi stati aggiunti alla flotta di camion di ATMB.

Sul campo, stazioni meteo analizzano di continuo numerosi dati, per anticipare le azioni da implementare.

Per innescare preventivamente valanghe sui pendii che circondano la strada di accesso al Traforo del Monte Bianco, ATMB dispone di un team di 7 artificieri appositamente addestrati. Questa competenza è unica per una società autostradale. L’addestramento di questi specialisti è garantita dall’Associazione Nazionale per lo Studio della Neve e delle Valanghe.

Nel 2015, il servizio invernale ha quindi rappresentato 4.800 ore di intervento.